Chi siamo

L’associazione di volontariato “Abitare insieme” si è costituita nel Marzo del 1992, essa nasce da esperienze vissute per anni nel mondo del volontariato e dell’associazionismo cattolico, nel settore dell’handicap e dell’emarginazione.

Nel corso degli anni, tali esperienze sono riuscite a creare occasioni di inclusione sociale ma anche luoghi di formazione di molti giovani ai valori della solidarietà e della condivisione. La nostra proposta ha le sue radici in tale formazione e ci ha permesso oggi di realizzare un centro integrato tra famiglie normodotate e altre con gravi carichi assistenziali.

I valori del Volontariato, sostenuti da una profonda esperienza di fede, che hanno da sempre caratterizzato il nostro impegno, sono la gratuità, la condivisione, il dono e si concretizzano nella nostra proposta con l’accoglienza, l’incontro, il dialogo e la disponibilità al servizio.

In particolare riteniamo che la famiglia possa avere un ruolo sociale determinante, che non può limitarsi alle sue funzioni tradizionali. Pensiamo che essa possa aprirsi a nuove forme di solidarietà, come l’aiuto e l’accompagnamento a quelle famiglie che vivono l’handicap in una solitudine che non é sola assenza di servizi, ma di relazioni e di rapporti sociali.

L’Associazione “Abitare Insieme” si è costituita con l’obiettivo di realizzare una comunità di “famiglie solidali”, di mutuo aiuto e con la possibilità di offrire servizi al territorio. Per il raggiungimento di tale obiettivo, è stata realizzata una struttura edilizia per consentire ed agevolare l’integrazione auspicata, una struttura “flessibile” composta di tipologie edilizie residenziali adatte alle diverse esigenze dei fruitori, che consente un continuo contatto tra i vari nuclei familiari e i servizi attivati nella struttura stessa.

Inoltre la nostra proposta vuole essere anche un’occasione di coinvolgimento degli Enti Locali, delle strutture formative, sanitarie, del volontariato e di quanti vogliano collaborare all’iniziativa.

 La struttura edilizia

Il progetto edilizio è così realizzato:

  1. Il piano terra è adibito a centro polivalente con sala riunioni, laboratori, biblioteca, cucina/taverna, spazi ricreativi, per una superficie di mq. 250 con ambienti idonei alla mobilità interna. Le attività sono gestite dalle famiglie in collaborazione con le associazioni di volontariato e i giovani in servizio civile volontario; inoltre sono in fase di attuazione convezioni con Enti ed Istituzioni.
  2. Due appartamenti di circa mq. 100 finalizzati all’accoglienza temporanea e per progetti mirati alla vita autonoma per disabili, gli spazi interni sono adeguati per la mobilità ed autonomia di soggetti svantaggiati (un appartamento attualmente utilizzato da persone anziane in situazione di disagio a causa del terremoto) ;
  3. tre appartamenti, per le famiglie residenti realizzati in modo tale da consentire ai disabili la loro fruibilità, con una qualità architettonica in grado di agevolare le relazioni tra i diversi nuclei familiari;
  4. nel terreno circostante sono in fase di realizzazione percorsi attrezzati che consentano ai portatori di handicap di dedicarsi al giardinaggio, ed a piccoli lavori agricoli, d’allevamento ed artigianali.

Alcuni dati dell’Associazione

  • Iscritta al Registro Regionale delle organizzazioni di volontariato, istituito ai sensi dell’Art. 4 della L.R. 37/93 dal 16/08/2006
  • Nel corso degli anni l’Associazione ha stretto rapporti di collaborazione con il Comune di L’Aquila, settore delle politiche sociali curando per conto dello stesso l’inserimento dei PAI nei propri laboratori.
  • Dal 2008 è accreditata a livello regionale per ospitalità di ragazzi in servizio civile;
  • Dal 5 luglio 2010 è accreditata, ai sensi della Legge Regionale 4.1.2005, n. 2, ed autorizzata con delibera comunale “..all’esercizio dell’attività di erogazione di servizi alla persona , i cui destinatari sono persone disabili psico-fisici;.. “
  • Dal 2010 è convenzionata con le facoltà di PSICOLOGIA e di SCIENZE DELLA FORMAZIONE dell’Univesità di l’Aquila per lo svolgimento delle attività di tirocinio e di orientamento (ai sensi dell’art, 18 L. 196/97 e dell’art. 1 Dec. Min. Lavoro e Previdenza Sociale n. 142/98) per studenti, laureati e diplomati.
  • Anno 2010/2011 convenzione con la Provincia di L’Aquila per n. 1 borsa lavoro della durata di mesi 6.
  • Anno 2012 convenzione con la Provincia di L’Aquila per n. 1 borsa lavoro della durata di mesi 6
  • Svolge attività con le scuole di secondo livello e le scuole elementari per la sensibilizzazione dei giovani alla diversità.